Rafforziamo noi stessi

gio

09

dic

2010

Tu sei il messaggio (di Don Miguel Ruiz e Don Jose Ruiz)

Quando vedi una rosa, aperta e bella, proprio la sua presenza ti fa sentire bello. Non hai bisogno di dirti quanto è bella quella rosa; puoi vedere tutta la bellezza ed il romanticismo di quella rosa. Annusi la rosa e la rosa non dice mai una parola. Comprendi il messaggio, ma non attraverso le parole. Se vai in una foresta, vedi uccelli parlare con uccelli ed alberi parlare con alberi con un altro genere di simbologia. Vedi la comunicazione interiore di tutto quello che hai intorno, e questo è meraviglioso. Ci sono messaggeri ovunque in questo mondo, ma ci hai mai pensato?

 

Hai mai notato che, da quando sei arrivato in questo mondo, stai inviando continuamente un messaggio? Anche prima di nascere, quando tua madre si rese contop di essere incinta, il tuo messaggio era lì. I tuoi genitori non vedevano l’ora che tu arrivassi, che tu nascessi. Sapevano che stava avvenendo un miracolo, e appena tu nascesti, inviasti il tuo messaggio senza parole. Essi percepirono la tua presenza. Era la nascita di un angelo, e il messaggio eri proprio tu.

 

Eri il messaggio e sei tuttora il messaggio, ma sei stato distorto dal riflesso degli altri messaggeri. Non è colpa dei messaggeri, non è tua colpa, e, infatti, non è colpa di nessuno. Questa distorsione è perfetta perché esiste solo la percezione, ma poi cresci, diventi consapevole  e puoi scegliere di inviare un altro genere di messaggio. Puoi diventare un riflesso migliore della vita cambiando il linguaggio che parli. Puoi cambiare il modo in cui invii il messaggio, il modo in cui comunichi con te stesso e con gli altri.

 

Ora, una semplice domanda per te.  Vorrei che tu comprendessi la domanda, ma non permettere a quella voce che c’è nella tua testa di darti la risposta. Permetti semplicemente a queste parole di andare direttamente nel tuo cuore, dove puoi comprendere il significato e l’intenzione dietro le parole. Questa è la domanda:Che genere di messaggero sei?

 

Se mi dici che genere di sogno stai creando per te, ti dirò che genere di messaggero sei. Come ti tratti? Sei gentile con te stesso? E ti piaci? Rispetti te stesso? Rispetti gli altri? Come ti senti riguardo a te stesso? Sei fiero di te? Sei contento di te? C’è qualche dramma o ingiustizia nel tuo sogno? Nel tuo sogno c’è un giudice ed una vittima? E’ un sogno di predatori, un sogno di violenza? Se è così, il tuo sogno distorce il tuo messaggio. Il giudice, la vittima, quelle voci nella tua testa stanno distorcendo tutto.

 

Ora, tu stai inviando un messaggio a te stesso e ad ogni persona intorno a te. Lo invii in continuazione e ricevi sempre un messaggio da una mente ad un’altra mente.

Qual è il messaggio che stai mandando al mondo? E’ impeccabile questo messaggio? Osserva i messaggi che invii. Le parole che pronunci vengono dalla verità, o arrivano dalla voce del sapere, il tiranno, il grande giudice? Chi è che invia il tuo messaggio? E’ il tuo vero te?

 

Ciò che davvero importa è essere ciò che sei davvero, essere autentico, godere la vita, essere amore. E non il simbolo dell’amore che gli esseri umani hanno distorto, ma amore vero, quel sentimento che non si può esprimere a parole, l’amore che è la conseguenza di essere quello che davvero sei.

 

Ricorda sempre, tu sei la forza che sta creando ogni cosa nella tua esistenza. Sei la forza che fa sbocciare un fiore e che muove le nuvole, e la terra, e le stelle e le galassie. Qualunque sia il tuo messaggio, amati comunque, proprio per essere te stesso, perché tu rispetti quello che sei.

 

Una volta che hai la consapevolezza, non puoi dichiarare ancora la tua innocenza. Sai esattamente cosa stai facendo e qualunque cosa tu stia facendo è perfetta, ma ora la scelta sta a te. Ora la domanda diventa: che genere di messaggio scegli di inviare? Verità o bugie? Amore o paura?  La mia scelta è di inviare un messaggio di verità ed amore. Qual è la tua?

 

 

Traduzione di AbbracciodiLuce da “You are the message” di Don Miguel Ruiz and Don Jose Ruiz

 

http://www.healyourlife.com/author-don-miguel-ruiz-and-don-jose-ruiz/2010/09/wisdom/personal-growth/you-are-the-message

 

 

3 Commenti

lun

06

dic

2010

Io credo che non sia necessario essere bambini per poter sognare, l'importante è ricordarsi come ci sente ad esserlo

Per tanti anni mi sono detto che ero cresciuto e mi sono impedito di sognare.

Ma ora che l'ho re-imparato non voglio più dimenticarlo e voglio correre felice dietro ai miei sogni.

0 Commenti

ven

26

nov

2010

Siamo qui per crescere nella gioia e nella consapevolezza e non nella sofferenza e nella paura

E allora salta e sorridi e abbraccia e canta, corri e balla e grida.

Fai uscire fuori la tua vita ed il tuo cuore..

 

Perchè la gioia è contagiosa.. 

 

19 Commenti

lun

08

nov

2010

Cosa pensiamo, ciò in cui crediamo, ciò che cerchiamo e ciò che ci aspettiamo è davvero importante.

Merita tutta la nostra attenzione.. perché determina quello che sperimentiamo nella nostra vita.

 

0 Commenti

mar

21

set

2010

Cosa ci conviene fare?

Quando giudichiamo gli altri, giudichiamo noi stessi

Quando accettiamo gli altri, accettiamo noi stessi

 

Quando deridiamo gli altri, deridiamo noi stessi

Quando sosteniamo gli altri, sosteniamo noi stessi

 

Quando feriamo gli altri, feriamo noi stessi

Quando rispettiamo gli altri, rispettiamo noi stessi

 

Quando odiamo gli altri, odiamo noi stessi

Quando amiamo gli altri, amiamo noi stessi

 

Sta a noi decidere cosa ci conviene fare... 

 

1 Commenti

gio

16

set

2010

Diciamo: GRAZIE!

Siamo presi da mille cose: impegni, problemi, paturnie e distrazioni.

E, travolti da questo turbine, ci dimentichiamo di quante cose abbiamo, di quante meraviglie la nostra vita ci ha donato.

 

Quante volte diamo per scontate le persone che ci vogliono bene?

Quante volte ci dimentichiamo di guardare un fiore, un albero, il cielo sopra di noi, lo sguardo di un amico, il sorriso di un bambino?

 

Allora, adesso, prendiamoci un minuto. Pensiamo ad una cosa che apprezziamo e della quale siamo grati.

E ricordiamoci che la vita stessa è una benedizione che abbiamo voluto fortemente prima di incarnarci.

 

E diciamo: GRAZIE!

 

0 Commenti

mer

15

set

2010

Siamo solo noi

Possiamo essere le persone migliori che abbiamo il potenziale di essere, ma possiamo anche essere le peggiori che possiamo immaginare.

Questo è il nostro libero arbitrio.

 

In fondo, se ci pensiamo bene, siamo sì i nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri desideri. Ma siamo anche le nostre azioni, i nostri comportamenti, i nostri errori.

 

E ciò ci mette a disposizione delle opportunità incredibili ma ci carica anche di una responsabilità molto importante.

 

Su questo piano di esistenza, la nostra vita è stata affidata a noi: e nelle nostre mani c’è il potere di riempirla di allegria o di sconforto, di benessere o di scarsità, di amore o di odio, di calore o di gelo.

 

E’ il nostro mestiere su questo pianeta quello di vivere: e questo mestiere può darci delle ricompense enormi se lo facciamo con passione ed entusiasmo.

 

Nessun altro lo può fare per noi. Solo noi.

 

0 Commenti

mar

14

set

2010

E' impossibile

"Per me è impossibile" è una frase che usiamo di frequente, come se ci fosse un Fato oscuro e crudele che ci tiene prigionieri.

 

Ma che vuol dire PER ME è impossibile? E perchè non lo è per gli altri? E perchè proprio io dovrei essere diverso? Cosa intendiamo con impossibile?

 

Se è possibile per altri deve essere possibile per noi, no?

 

Basta che lo vogliamo, naturalmente. E se lo vogliamo abbastanza lo faremo.

 

Abbiamo un potenziale enorme, se vogliamo.

E, soprattutto, se non ce ne stiamo nascosti dietro un "per me è impossibile".

 

0 Commenti

lun

13

set

2010

Facciamo pulizia

Ci sono alcuni pensieri limitanti, alcune abitudini bloccanti, alcuni comportamenti autodistruttivi che ci diventano così familiari da darci l'impressione di essere parte di noi.

 

Ma questa è solo una nostra convinzione: siamo perfettamente liberi di abbandonarli, se lo decidiamo.

 

Sappiamo bene cosa ci aiuta e cosa ci sabota.

 

Sappiamo bene ciò di cui abbiamo bisogno e ciò che possiamo fare.

 

Lo sappiamo.

 

E allora che aspettiamo a fare pulizia?

 

0 Commenti

lun

13

set

2010

Usiamo bene la nostra energia

Siamo esseri molto potenti ma, apparentemente per inspiegabili motivi, sprechiamo il nostro potere.

 

Dedichiamo tanta, tantissima energia a cose inutili se non dannose: rabbia, rancore, gelosia, preoccupazione, invidia, rimorso, giudizio.

 

Proviamo a pensare a quanta della nostra forza diamo a queste cose.

 

Ed ora pensiamo se tutta questa forza la dessimo a sentimenti di amore, di focalizzazione sull'obiettivo, di cooperazione con gli altri per realizzare un intento comune.

 

Siamo sicuri che la nostra vita non migliorerebbe drasticamente? Io penso di sì.

 

Esistono tanti metodi per rilasciare emozioni e sentimenti negativi, tutti, quale più e quale meno, efficaci.

 

Ma il primo passo è quello di decidere quali sono le cose che davvero contano per noi. Conta di più quello che è successo nel passato o che potrebbe succedere nel futuro, oppure conta di più stare bene con noi stessi e con gli altri nel presente?

 

E allora.. manteniamoci focalizzati sulle cose che davvero contano e potremo ottenere tutto quello che desideriamo.

 

0 Commenti

gio

19

ago

2010

A cosa servono?

A cosa servono le nostre abilità e capacità se non le usiamo?

 

A cosa servono i nostri poteri se ne abbiamo paura?

 

A cosa serve l'amore che abbiamo nel nostro cuore se non lo doniamo a noi ed agli altri?

 

A cosa servono le nostre esperienze se non impariamo da esse?

 

A cosa servono i nostri sogni se non li realizziamo?

 

A cosa serve la nostra vita se non la viviamo a pieno?

 

Abbiamo un sacco di cose a nostra disposizione e saremo ricchi se solo decidiamo di usarle.

 

0 Commenti